NomeUtente:  Password:  
Una legge per le discipline bio Naturali: Comment96...
Una Legge Per Le Discipline Bio Naturali | Indice | Modifiche | Commenti | Utenti | Registrazione |
 
This is a comment on articolo 08, posted by Spazio Sacro? at 2010-01-04 21:05:27

Mi permetto di inserire un testo che potrebbe esserci utile in futuro, tratto da una intervista a Rudi Lanza :


«Il Naturopata è il professionista esperto in Naturopatia, multi disciplina bio-naturale volta al mantenimento e alla tutela dello stato di salute e di benessere dell’essere vivente in relazione alle caratteristiche costituzionali, alle influenze ambientali e alle leggi biologiche che ne regolano l’esistenza. Il naturopata è universalmente definito come operatore (non medico) del benessere il quale, attraverso tecniche naturali, ha come obiettivo il miglioramento della qualità della vita.
Secondo la definizione che scrissi nel 1997 e pubblicata nel Grande Dizionario Enciclopedico della UTET “ il Naturopata favorisce nell’individuo le condizioni atte allo svolgere dei processi di riequilibrio del sistema “mente-corpo” e nello stimolare in esso le proprie capacità di auto-guarigione”.
Dunque, compito principale del professionista è stimolare la forza vitale della persona (vis medicatrix naturae) sostenendo i meccanismi fisiologici e le naturali risorse energetiche dell’individuo. Il Naturopata, attraverso le varie tecniche che ha a disposizione, ricerca le cause degli squilibri energetico-funzionali e concentra le proprie facoltà di osservazione nelle seguenti direzioni: riconoscimento della costituzione, della diatesi e del terreno umano; individuazione e trattamento degli squilibri energetico-funzionali; stimolazione delle capacità reattive intrinseche dell’individuo; miglioramento del “terreno globale”; valutazione degli influssi ambientali e relazionali potenzialmente di nocumento all’autoconservazione dello stato di benessere.
Le tecniche naturopatiche alle quali ricorre il Naturopata si suddividono in metodiche strumentali, metodi bioenergetici, tecniche nutrizionali e tecniche manuali. I metodi strumentali, la cui utilizzazione non è assimilabile a quella relativa ad apparecchiature mediche, e le analisi energetico-costituzionali si applicano nella fase di valutazione del “terreno” ossia delle predisposizioni individuali e delle capacità reattive. Tra i metodi evidenziamo l’iridologia, secondo la quale la parte colorata dell’occhio è una speciale rappresentazione grafica del corpo umano. L’analisi iridea permette l’osservazione dei segni indicanti l’entità del sovraccarico umorale e la capacità di eliminazione degli scarti tossinici. A tale tecnica si integrano: l’analisi biotipologia, morfopsicologica, bio-energetica, reflessologica e kinesiologica. I prodotti erboristici, l’alimentazione naturale ed eumetabolica, il riequilibrio nutrizionale e l’integrazione alimentare con oligoelementi intervengono a livello biochimico esclusivamente per coadiuvare le funzioni fisiologiche dell’organismo. Tra le tecniche corporee si collocano tutte quelle discipline appartenenti alla tradizione occidentale (argilloterapia, idroterapia, reflessologia, ecc…) e quelle derivanti dalla tradizione orientale (ad esempio, l’Energetica Tradizionale Cinese).
Il naturopata ricopre inoltre un ruolo di educatore nel campo della prevenzione primaria occupandosi di informazione-sensibilizzazione in ordine all’igiene della persona e all’importanza dell’attività fisica; di educazione a stili di vita salubri e rispettosi della natura e alla conoscenza dei meccanismi fisiologici. Educa alla completa e consapevole responsabilizzazione della persona nei confronti della propria salute e fornisce gli strumenti conoscitivi per l’autogestione della stessa.»


 
Non vi sono file da visionare per questa pagina.[Mostra files/form]
Non ci sono commenti o proposte integrative per questa pagina. [Mostra commenti - inserisciInserisci proposte integrative se sei un utente registrato]